joomla templates top joomla templates template joomla

Home

Un ruzzolone dal quale ripartire

Una caduta in bici rovina i piani del ticinese Sasha Caterina in Lituania

Convocato per gli Europei Youth per rappresentare i colori rossocrociati con altri cinque giovani triathleti – Nora Gmür, Catia Schaer, Ania Weber, Manuel Dal Ben e Frederik Stal –, Sasha Caterina del TriUnion durante le semifinali ha dovuto purtroppo rinunciare alla competizione dopo una rovinosa caduta avvenuta poco dopo la transizione fra nuoto e bicicletta. La manifestazione, dopo un percorso di selezione effettuato dalle varie federazioni nazionali, prevedeva tre semifinali di 30 atleti. I primi nove si qualificavano per la finale, gli altri nove di ciascuna “semi” per la finale B. Giunto a Panavezys (Lituania) con legittime ambizioni, Sasha Caterina, inserito nella prima delle tre semifinali, è uscito al quarto rango dalla tratta a nuoto, quindi nelle primissime posizioni, a soli 10” da un primo gruppo di tre atleti ma con 20” di vantaggio da un gruppo formato da altri sei corridori.

Quarto con la staffetta

Spinto dalla voglia di fare assolutamente bene, Sasha ha subito voluto spingere sui pedali in una zona ancora delimitata da transenne, resa anche particolarmente rischiosa a causa dell’asfalto bagnato dalla pioggia delle ore precedenti. L’incidente era in agguato e alla prima curva con tanto di frenata, Sasha non ha potuto evitare il violento impatto con le transenne: bicicletta distrutta, ma per fortuna nessuna conseguenza fisica. Solo tanta delusione, e la consapevolezza di aver mancato l’opportunità di issarsi ufficialmente fra i migliori di categoria a livello europeo. Ogni gara ha la sua storia, nel bene e nel male, e porta un tassello in più alla costruzione della prestazione di ogni giovane atleta. Archiviata la delusione individuale che come conseguenze ha avuto solo alcune escoriazioni per quelli che in gergo si definiscono i “segni dell’asfalto”, Sasha è stato poi selezionato per la staffetta svizzera con Nora Gmür, Ania Weber e Manuel Dal Ben. Ottima la prestazione della selezione rossocrociata, quarta su ben ventitré nazionali al via, alle spalle solo di Gran Bretagna, rilevazione di questi Campionati, Portogallo e Francia, ma davanti a Paesi come Italia, Russia, Israele, Austria, Ungheria, Danimarca, Repubblica Ceca, Polonia, Belgio, Spagna, Svezia che hanno centrato l’obiettivo di qualificarsi fra le prime quindici. Per Sasha Caterina la stagione è ancora ricca di appuntamenti: il 6 agosto parteciperà ai Campionati svizzeri di categoria a Nyon e a due tappe della Coppa Europa Junior, a Riga il 13 agosto e a Losanna a fine agosto.

LaRegione, 20.07.17

Aquathlon di Tesserete

In una splendida e calda giornata di fine primavera, nella stupenda zona della piscina di Tesserete, si è svolto il rituale Aquathlon, organizzato dalla società di triathlon della regione Team Triathlon Capriasca. Quest'anno, per di più, si è raggiunto anche il record degli iscritti: ben oltre 120 atleti. La prima parte della giornata è stata dedicata alle gare della Regio Cup, che ha visto coinvolte altre squadre provenienti dalla Svizzera Interna (Wallisellen, Impuls, Calanda, Meilen). I ragazzi, 10-11 anni e 12-13 anni, dovevano svolgere degli esercizi in acqua (in 150 m dovevano passare attraverso un cerchio, nuotare a SL, gambe a dorso, dorso completo e gambe con la tavoletta con la testa prima sopra e poi sott'acqua), per poi proseguire con degli esercizi a corsa (salto della corda, balzi sulla scaletta, ostacoli, passare sotto a un ostacolo, camminata del gambero, slalom e sprint finale). Dopo di questo si passava al team Challange, dove a squadre di tre atleti si doveva nuotare 100 m e percorrere a corsa 800 m. La squadra del TriUnion, 10-11 anni, più veloce, è arrivata 4. (su 9 team) ed era composta da Giorgia (giunta 6. negli esercizi), Martina (ancora 4. come prima) e Noemi (7. in solitaria), mentre 7. sono arrivati Lorenzo (5. da solo), Marco (11. su 20 nel percorso precedente ed Elia( 13. rango negli esercizi).

Nelle squadre 12-13 anni, invece, sono riusciti a salire sul podio, la squadra del TriUnion formata da Lucio (2. nel singolo), Giacomo (7.) e Tristan (8.). Per loro un brillante argento a solo 1,8 secondi dal primo team. 8. sono giunti Luciano (13.), Mirco (17. negli esercizi) e un ragazzo del Wallisellen. Allo stato attuale, dopo 3 gare di REGIO, abbiamo qualificato per le finali a livello individuale: Lucio, Martina, Giorgia e Lorenzo. Ma anche due staffette maschili ed una femminile. Naturalmente tutto può ancora succedere! Bello lo spirito di squadra, il grande tifo e l'incoraggiamento anche da parte di tutti i parenti accorsi a vedere i propri figlioli.
Dopo di loro è scattata l'ora per i più piccoli di 7 anni e più giovani (ne avevamo qualcuno addirittura di 5 anni). Loro avrebbero dovuto nuotare 25 m e correre 200 m. Al primo posto troviamo 2 atleti dei Futura TTT: Sara e Matteo. Medaglia d'argento per altri due Futura: Alyssa (TTT) e Oliver (TTC). Terzo posto per Emma e Arturo. I più piccolini sono arrivati 6. Samuel e 7. Jonas che ha appena iniziato da un mese, ma ha grinta da vendere! Una volta terminata la loro gara, è stata la volta dei più grandicelli, 8-9 anni. Per loro 50 m a nuoto e 400 a corsa; una bella sfida, dato che a gareggiare c'erano anche dei ragazzi nuotatori. Nelle ragazze al secondo posto troviamo la nostra Oriana (che ormai si sta facendo molte esperienze con le gare), seguita da Giada (TTC). Nei ragazzi Futura medaglia di legno per Samuele, battuto sullo sprint finale, 5. Sébastien, 11. Aris, 12. Gabriel. Tutti contenti, specialmente di farsi riconoscere vestiti tutti uguali: sono orgogliosi di far parte di questa bellissima società. Subito dopo i ragazzi 12-15 anni hanno potuto far vedere la loro forza nel nuoto, uscendo tra i primi. Dopo 200 m a nuoto, dovevano correre 2 km. Nicole ha ottenuto una bella medaglia d'argento, seguita dalla sua compagna di squadra Cristina: complimenti. Nei ragazzi anche Nicholas è salito sul secondo gradino del podio, mentre il terzo era occupato da Sebastian. Della stessa squadra ha fatto una buona gara anche Dario, arrivato 5. Alle 15.30 sono partiti i ragazzi 16-19 anni. Per loro 400 m a nuoto e 3 km a corsa. I partecipanti erano tutti del TriUnion e per loro era più un allenamento che una gara significativa (come quella che li aspetta sabato prossimo a Sion, con la qualifica per i campionati europei). Il primo a giungere è stato Sasha, seguito da un agguerrito Andrea che ha fatto una rimonta su Alex nella tratta a corsa. Al quarto posto il nostro Fausto, reduce da un altro scontro in bici! Nelle ragazze si sono confrontate Alice (1.) ed Elisa (2.). Per terminare la giornata hanno gareggiato anche i Master e 2 team. La giornata è filata liscia e tutti erano soddisfatti dei propri risultati. Ora ci saranno pochi giorni d'attesa per sapere come andrà la prima gara del circuito svizzero YL A e Juniore.

Salva

Atleti del TriUnion in evidenza a Wallisellen

Sasha Caterina (classe 2000), Alice Fritzsche (1998) e Michela Keller (2000) in evidenza a Wallisellen con la maglia rossocrociata in occasione di un triathlon internazionale Junior. I portacolori del TriUnion si sono presentati in un ottimo stato di forma al primo appuntamento della stagione 2017 che vedeva confrontarsi atleti nazionali junior di Germania, Francia, Lussemburgo e Svizzera.

Sasha Caterina ha siglato un eloquente 7° rango con un buon equilibrio nelle 3 frazioni nuoto, bicicletta e corsa. Il ticinese è uscito dall’acqua con i primi, ma purtroppo dopo una disattenzione nella zona cambio è retrocesso nel 2° gruppo per la tratta in bicicletta accusando così un ritardo al cambio bici-corsa di oltre un minuto e mezzo sui primi. Una splendida frazione a corsa gli ha poi permesso di ridurre lo scarto fino a un minuto dai migliori. Per Sasha ora l’impegno con la nazionale Junior di un campo d’allenamento a Mallorca durante le festività Pasquali.

Risultato a sorpresa quello di Alice Fritzsche, entrata come riserva dopo i test di Tenero e che ha stupito tutti centrando un inaspettato 6° rango (2ª svizzera). La liceale ha abbracciato la disciplina solo un anno e mezzo fa, ma la sua progressione è stata folgorante e ha dimostrato di avere già raggiunto un buon livello nelle tre discipline, nonché una grande forza mentale. Michela Keller, ottima nuotatrice, dal canto suo dopo un po’ di sfortuna nella zona cambio, che l’ha penalizzata, ha reagito con un finale di gara in progressione che le ha permesso di chiudere al 10° rango (4ª elvetica) e di guardare con fiducia alla Coppa di Germania, che a maggio fungerà quale selezione per i Campionati europei di categoria. Da segnalare gli ottimi risultati fra gli Age-Group di Elisa Catteneo (2ª) e Alex Trabucchi (18°) nella categoria 18-34, il 5° rango di Christian Musso (35-44) e il 4° rango di Roberto Pintus (45-54).

Christophe Pellandini, laRegione 14.04.17

1st TriUnion Kids Winter Race

Sabato 28 gennaio 2017, al Centro Sportivo di Tenero, si è svolto il primo TriUnion Kids Winter Race, cioè la prima gara di "triathlon" dei ragazzi Futura-Speranze.

Alle 9 di mattina l'atrio della piscina era gremito di piccoli atleti con tanta voglia di confrontarsi e divertirsi accompagnati da un folto gruppo di mamme, papà, fratelli e sorelle, tutti pronti a tifare per questi simpatici sportivi provetti.  Dopo un veloce riscaldamento giocando a "gendarmi e ladri" ecco che i giochi si fanno seri!

I ragazzi vengono divisi in categorie miste: 2005-2006 troviamo 5 atleti (Speranze), 2007-2008 si contano ben 15 sportivi, 2009 e più giovani hanno 12 piccoli Futura. Si inizia in palestra con 3 percorsi diversificati in base all'età. Qui si mettono in gioco velocità, agilità, equilibrio, precisione, forza, tattica in un percorso composto da slalom, ostacoli, canestri, saltelli, scivolate, spinte, ... .

Ogni postazione mette l'atleta in confronto con sé stesso e le proprie capacità, punti di forza e debolezze. Bisogna essere precisi nel camminare in equilibrio su una panchina, perché se si cade, si deve ricominciare l'esercizio. Bisogna concentrarsi nel tirare la palla nel canestro, perché ogni canestro darà la possibilità di eliminare 5 secondi dal cronometraggio finale. Bisogna essere abili a saltare la corda per impiegare meno tempo ed essere quindi più veloci nel percorso. Bisogna essere calmi nel chiudere il casco, perché se si è troppo affaticati non si riesce ad agganciarlo e il tempo passa!
Ogni atleta è stato attento, preciso e ha dato il meglio di sé! Sorridendo hanno affrontato il proprio percorso e sono arrivati in fondo stanchi ma soddisfatti! Ad aspettarli c'era un ottimo rifornimento preparato dagli allenatori: crostata, brownies, sfogliatine di mele, cake.

Alle 10:30 in punto, come da programma, tutto il gruppone si è spostato sotto il pallone gonfiato della piscina olimpionica. Qui, i nostri piccoli atleti, hanno dovuto affrontare la loro seconda prova...questa volta in acqua! I più grandi hanno nuotato 100  a stile libero; chi aveva 9-10 anni ha nuotato 50 metri nello stile che più preferiva; i più piccolini, e ce n'erano anche di soli 6 anni, hanno coperto la distanza di 25 m nuotando come meglio riuscivano, qualcuno anche con la tavoletta!
Chi ha avuto un tempo più alto nel percorso in palestra, si è potuto rifare nel nuoto dove magari è il suo punto forte. Ma anche l'opposto: magari c'è stato qualcuno velocissimo nella prima prova, ma con l'acqua non ha proprio un bel rapporto!

Tutto questo fa parte dello sport triathlon, dove ognuno cerca di dare sempre del suo meglio in ogni disciplina.

A bordo vasca c'erano i vari fan club ma anche gli atleti stessi che a gran voce si facevano sentire per incoraggiare gli sportivi che in quel momento stavano gareggiando! L'ambiente era incredibile: molto affiatato e perfetto per i Club ai quali apparteniamo: TriTeamTicino, TeamTriathlonCapriasca, TriUnion.

Sommando il cronometraggio del percorso in palestra con quello nuotato in vasca, si è potuto avere una classifica finale.
La premiazione è avvenuta all'atrio della piscina, dove la giornata era cominciata. Sono stati premiati con una medaglia tutti i nostri eccezionali ragazzi che con tanta allegria hanno affrontato le varie prove della mattinata. Un occhio di riguardo ai primi 3 classificati di ogni categoria mista (maschi e femmine mischiati).

- 2005-2006: ORO per Mirco, ARGENTO per Lorenzo, BRONZO per Giorgia A.

- 2007-2008: ORO per Martina, ARGENTO per Sebastian, BRONZO per Marco

- 2009- ........: ORO per Cecilia, ARGENTO per Giada, BRONZO per Alissa

Un grande applauso va a tutti questi piccoli-grandi atleti, ai loro parenti che li hanno sostenuti e ai bravi allenatori che hanno organizzato questa speciale gara, da riproporre sicuramente.

Foto: https://www.icloud.com/sharedalbum/it-it/#B0p5yeZFhCjivt

Salva

Sempachersee Triathlon

Ha avuto luogo, domenica 10 luglio 2016, in una caldissima giornata d'estate, il triathlon di Sempach. Questa gara fa parte del circuito svizzero per la categoria Youth League A e Juniore.
Con un po' di ragazzi in vacanza o infortunati, il TriUnion si è presentato alla manifestazione con Alice, Sasha, Elisa, Noah, Michela, Alex, Adele e Matteo.
La partenza avveniva dalle 10:15 a distanza di 30 secondi gli uni dagli altri (i ragazzi arrivati primi al triathlon di Zugo, partivano per ultimi).
Le distanze delle tratte erano così messe: 750 metri a nuoto nel lago di Sursee, 23 km in bici (il giro del lago con piccoli sali-scendi) e 5 km a corsa (2 giri) che terminavano all'interno della pista di atletica di Nottwil.
La prima a partire è stata Adele che è stata raggiunta da Michela alla partenza della bici, la quale è stata presa a sua volta da Elisa durante la tratta in bici. In queste gare bisogna lottare contro sè stessi e dare il meglio fino alla fine: se si viene sorpassati si sa già di aver perso delle postazioni, ma se si riesce a prendere qualche avversario si guadagna una posizione.
Se Elisa è stata quella che ha nuotato il più veloce di tutta la categoria, bisogna dire che Michela ha corso veramente molto forte (è stata la seconda migliore della sua categoria, riprendendo Elisa).
Solo quando tutte sono giunte al traguardo, si sa il verdetto finale e cioè la classifica! E quei minuti di attesa sono molto snervanti, perché c'è un elenco provvisorio che viene modificato man mano. Alla fine Elisa si è guadagnata meritatamente la sua medaglia d'argento (era anche il suo prognostico). Michela, che sperava in un TOP 5, è rimasta delusa e arrabbiata del suo 4. posto, ma perché a distanziarla dal podio c'era solo 1 secondo!!! Adele ha concluso le sue fatiche al 13simo posto in 1:26:42 ora.
Nel gruppo dei maschi il primo ad entrare in acqua è stato Noah. Dopo una buona tratta a nuoto, uscito 8avo, non è riuscito a dimostrare il meglio di sè e a corsa ha faticato a mantenere un ritmo costante. Ha terminato al 17simo posto. Forza!

Alex, invece, ha stupito un po' tutti, visto che in questa gara ha cercato di mantenere un buon ritmo aumentandolo sul finale. Infatti ha fatto una tratta a nuoto come meglio ha potuto, in bici ha recuperato delle postazioni e ha corso veramente molto bene (8avo tempo di categoria), concludendo la gara al 13simo posto! Bravo!
Matteo era preoccupato sin dall'inizio. Vedendo le boe in acqua gli parevano lontanissime, sapere di dover pedalare 23 km gli sembravano tantissimi, 5 km a corsa sotto la stecca del sole di mezzogiorno gli sembravano un forno! Ma alla fine è arrivato al traguardo pure lui, in 1:17:40 ora, al 18simo posto!
Sasha, partito tra gli ultimi, era preoccupato di non farsi recuperare da Pierre Moraz (partito 30 secondi dopo) e da Maxime (1:30 minuti dietro di lui). Dopo  una buona tratta a nuoto, ha dato il meglio di sè durante la bici (2. tempo migliore di categoria) anche se è stato ripreso da Pierre, e ha cercato di mantenere la sua postazione durante la corsa. Ha concluso con un'ottima medaglia di bronzo!

L'ultima a partire, perché l'unica della categoria Juniore, è stata Alice! La nostra atleta ha nuotato molto bene, in bici ha cercato di spingere in continuazione e durante la corsa di non farsi sorpassare. È così riuscita a finire la gara al 6. posto, in 1: 20:02 ora.
Alle 13:25 è scattata l'ora per i piccoli. Del nostro club Futura avevamo Samuele e Giada. Il primo, più grande, ha nuotato 50 m a nuoto, 1,8 km in bici (dove diversi avevano già la bici da strada, mentre il nostro atleta si è fatto le ossa con la montain bike) e 400 m a corsa, durante la quale è riuscito a recuperare altre 2 postazioni, finendo così al 9. posto (su 18), terzo del suo anno. Ottimo.
Alle 13:45 è stato il turno di Giada. Lei ha dovuto nuotare 25 m uscendo alla seconda posizione, dopo una tratta in bici di 800 m ha corso al massimo delle sue forze per 100 m arrivando al 5. posto su 14. Eccezionale le nostre nuove leve! Complimenti



Ora ci sarà un po' di pausa estiva. Il prossimo appuntamento agonistico è fissato per il 6 agosto a Nyon per la Youth League B e alcuni ragazzi della RegioCup, prima dei campionati svizzeri del 20 agosto a Losanna.

More Articles ...